GuidaMacropolis

 
Cento partiti.....nessuno votabile !
Metti la tua reazione a fondo pagina

Translate this Page!

Il Popolo della Libertà è il centro destra, erede di Fanfani, Spadolini e Almirante. La libertà che promette è solo quella dell'intraprendere, tutto il resto è lode del proibizionismo. Complice del mostro Europa, servile cogli Usa, con la Nato e con la Chiesa, militarista, statalista e corporativista.

 

La LegaNord è una destra localistica. Il suo grande obiettivo è una vera minaccia: quando il potere delle regioni sarà maggiore, la libertà dei cittadini finirà. Al Governo di Roma si può sfuggire, ma i tentacoli regionali arriveranno anche nelle camere da letto!
Il Partito Democratico è una riedizione della DC con gli eredi di Andreotti, DeMita, Piccoli e Donat Cattin. La sola cosa che lo distingue dal Popolo della Libertà è la competizione per il potere. Complice del mostro Europa, servile cogli Usa, con la Nato e con la Chiesa, militarista, statalista e corporativista. In più è colpevole di avere guidato il governo appena caduto, con tutte le sue malefatte...ed ha un capo come Veltroni che non ha mai fatto un solo giorno di lavoro vero- solo politica fin da piccolo.
La Sinistra Arcobaleno è tuttora complice di un Governo e una coalizione che comprendeva Mastella, Cirino Pomicino e Bassolino: cioè il peggio della moralità politica nazionale. Per ben due anni ha sostenuto tutte le malefatte di Prodi & C, compresa la rimozione di ufficiali della Finanza e Magistrati, e una legge per difendere la privacy del portavoce del Governo. Annovera fra i fondatori un Pecoraro Scanio che è uno dei maggiori responsabili di "spazzaturopoli".
La Rosa Bianca, l'Udeur e l'Udc sono altri resti della DC il cui solo obiettivo è diventare l'ago della bilancia del futuro governo: qualsiasi esso sia. Le loro idee sono un po' di centro-destra e un po' di centro sinistra. In gran parte reduci della prima Repubblica: Tabacci era segretario regionale della DC al tempo di Mani Pulite (Chiesa e C. rubavano, ma lui non ne sapeva niente!), Mastella era il portaborse di DeMita, Casini è stato allevato dalla congrega democristiana.
La Destra è la prima erede di Almirante. Ideologicamente impresentabile, ma anche moralmente invotabile. Il suo capo ha condotto la Regione Lazio fino alla rissa detta "Romagate" con la camerata Mussolini.
Il Partito radicale ha bruciato tutti i suoi meriti storici prima col bombardamento di Belgrado, poi con la complicità con Prodi & C.